Dolori e incontinenza da PROLASSO dell’UTERO scomparsi: sono ringiovanita!


La visualizzazione del video qui sopra dipende dai cookie di questo sito che hai accettato. Se non lo vedi correttamente clicca qui per cambiare le tue preferenze

La Ginnastica Intima è un tipo di movimento che si indirizza alle parti più nascoste del corpo, non visibili ma percepibili da ogni donna e da ogni uomo. Questi movimenti aiutano a contrastare disturbi di tipo sessuale, urologico e ginecologico. Da questi esercizi Simona Oberhammer ha ideato il metodo Gymintima®, un programma elaborato attraverso la sua esperienza di naturopata e ricercatrice, e sperimentato da tantissime donne e uomini che hanno imparato il metodo.

Clicca qui sotto per accedere ai primi video gratuiti di approfondimento.

 

Trascrizione del video per non udenti
Ciao, sono Provvidenza Trinca, sono un’assistente domiciliare, quindi mi prendo cura delle persone nel bisogno anziane.
Ad Aprile del 2017 il medico mi disse e mi diagnosticò: “Signora ha l’utero fibromatoso e ha un prolasso all’utero.” Al che io rimasi stupita e dico “Dottore, cosa vuol dire? Che cosa significa?” – “Signora è normale dopo i parti, ne ha avuti due, il lavoro magari pesante che lei svolge…” – “E cosa c’è da fare?” – “Signora, niente”. Non mi disse né A né B.
A parte le perdite che io avevo ed erano abbastanza consistenti a livello di urine e tutto il resto, però il mio problema era quello sempre di questa pesantezza e questo dolore persistente, questa stanchezza che avevo nel fare le cose. Poi quando non stai bene con te stessa, incide anche a livello psicologico; cominci a dire “ah, sto invecchiando, è tutto legato alla menopausa, al fatto che comunque ho già 48 anni, il medico mi ha già detto che ho fatto due gravidanze.”
Io avevo paura perfino a starnutire e a soffiarmi il naso, perché il dottore mi aveva talmente intimorita che pensavo “qua mi cade tutto e devo andare a finire in sala operatoria”. Avevo paura a tossire o se dovevo tossire mi dovevo perlomeno coricare e stringere, chiudermi in qualche modo per evitare che magari fuoriuscisse. Perché giustamente poi c’era anche perdite di urina quando tossivo. Il ciclo veniva e durava solo tre giorni, con un anticipo di una settimana c’erano i primi segni, però i dolorini al basso ventre me li portavo avanti come un peso. Io avevo questo peso e questa sensazione tutto il giorno, per tutti i mesi.
E cominciai a documentarmi, e mi sono imbattuta in un video di Simona Oberhammer. Mi ha colpita molto la sua spontaneità e la sua semplicità. Anche perché io disconoscevo completamente il mio apparato genitale proprio così nello specifico e cosa si poteva fare per migliorare.
Con chi si parlava mi si diceva “c’è l’intervento e basta”.
Non è vero che non c’è rimedio, ad ogni cosa c’è rimedio, l’importante è avere i giusti consigli ed essere seguiti dalla persona giusta.
Così ho iniziato con il video corso e sinceramente ho imparato a fare una ginnastica semplice comunque, solo che lei mi ha insegnato la giusta modalità nell’eseguire gli esercizi, quando farli e come coordinarli. Devo dire che prima di andare nuovamente alla visita dalla ginecologa, mi sentivo già meglio.
Quando ho cominciato a fare questa ginnastica, io ho cominciato intanto a riappropriarmi dei miei organi e in un certo qual modo di riappropriami della mia femminilità. Questo è stato fondamentale perché ho avuto dei benefici anche a livello sessuale.
Subito dopo non ho più avuto questi dolori, avevo più elasticità, più tono, è come se fossi rinata. Ero un’altra persona, con la mia età però con un organo riproduttivo, con il mio utero, ringiovanito. Ecco, la parola giusta è “ringiovanito”.
Questo mi da più forza per andare avanti. Dico che con la costanza, con i giusti consigli delle persone professionalmente preparate, soprattutto umane, preparate per aiutare il prossimo senza secondi fini, questo è l’ideale. È la ciliegina sulla torta per le persone che vivono un disagio a livello fisico.
Io non posso fare altro che ringraziare Simona, avrei proprio questo piacere di abbracciarla e ringraziarla, per quello che ha fatto per la mia vita. Veramente, ho le lacrime agli occhi perché veramente mi ha aiutato tantissimo. Veramente, veramente. Io ho visitato tanti medici, con tante specializzazioni, per tante cose, e credetemi, dall’altra parte ho sempre visto il distacco professionale, qualcosa che andava pagato, quindi se tu non puoi pagare, tu sei morta. Non c’era quel calore umano da dire “io faccio questo lavoro con passione, con amore”.
“Signora prima di essere un medico sono una persona, che cerca di capire e di aiutarla a risolvere.”
Devo dire che quando ci sono queste persone che Dio le benedica, perché fanno un gran bene a tutti, veramente.
Io ne ho parlato anche in famiglia, con le mie sorelle e sono rimaste tutte a bocca aperta. Addirittura il medico che ho trovato all’ospedale non si è neanche degnato di dirmi “Signora, si rivolga a qualcuno, faccia ginnastica”. No, mi ha detto solo “Signora faccia attenzione, si prenda le gocce per la tosse per evitare che quando tossisce abbia ancora di più il prolasso”.
Io sono rimasta veramente sconvolta, dico “Ma Dottore, ma sono così grave? Non ho capito” – “Non alzi i pesi, quando le viene la tosse faccia pure attenzione a tossire perché può peggiorare la situazione”. Cioè a me avevano spaventato subito.
Io sono contentissima, veramente. Non pensavo di arrivare a questo. Anzi, ho detto “va beh, se continuo così andrò sicuramente a finire sotto i ferri” perché comunque sia non puoi non lavorare più. Poi anche i giusti pesi, anche la giusta posizione quando ti alzi e ti abbassi per tirar su dei pesi è fondamentale anche nel video corso come viene spiegato.
Gli “invisibili” per me sono stati un toccasana. Li faccio ovunque, in qualsiasi momento, ma anche più volte al giorno. Facendo la notte in ospedale, seduta sulla sieda o in piedi, mentre fai qualcosa. Cerco sempre di tenermi continuamente in movimento. Ma in movimento una dice “Ma dove?” Un movimento interiore, interno. Non si vede, ma comunque all’interno del tuo corpo tu lavori. Questi per me sono davvero il top, veramente. Sono veramente straordinari. Questi mi piacciono un casino. Riesci a sfruttare il tempo contemporaneamente facendo qualcosa sia in ozio sia operante, e quindi per me sono veramente, non saprei definire… Mi sento super dotata quando li faccio perché contemporaneamente penso, faccio gli esercizi e faccio quello che devo fare.
Dottoressa, 10 e lode!
Bene, non ho più i dolori sotto, che per me sono fondamentali perché erano un continuo fastidio.
Mentre lei parla e ti spiega ti da proprio la sensazione che tu in quel momento stai piano piano arrivando dove lei ti vuole portare. E ci arrivi! Contenta, sono contenta!
Allora, io mi sento di consigliarlo indiscriminatamente a tutti, perché effettivamente è un toccasana per tutti. Primo, perché ti incominci a valorizzare nuovamente e ti da anche autostima, che è fondamentale. Prima di ogni cosa ti aiuta, di nuovo, a stimarti, a vederti diverso, ad amarti, a volerti bene e a fare qualcosa di buono per te.
E poi per tutte le persone che hanno patologie, quindi dalla persona più giovane, ragazzina, che non si accetta o che magari ha un rifiuto netto anche per la sua sessualità, come si suol dire, alle persone con più problematiche, quindi con maggiore bisogno di essere aiutati. Io non metto limite di età, a tutti, sia uomini che donne. Veramente è una cosa che mi ha dato un grande aiuto.
Voglio salutare in primis Simona Oberhammer, perché per me è stata il mio salvavita e poi tutto lo staff lo voglio ringraziare, di Simona, e tutte le persone che in questo momento, o quando ascolteranno la mia video testimonianza, avranno un input in più per dire “Si, veramente, come ce l’ha fatta Provvidenza ce la possiamo fare anche noi!”
Ciao!
Trascrizione del video per non udenti